slidec217db9f1bed4409a1c50897cbfd240c0
slidec217db9f1bed4409a1c50897cbfd240c1
slidec217db9f1bed4409a1c50897cbfd240c2
slidec217db9f1bed4409a1c50897cbfd240c3
slidec217db9f1bed4409a1c50897cbfd240c4
slidec217db9f1bed4409a1c50897cbfd240c5
slidec217db9f1bed4409a1c50897cbfd240c6
slidec217db9f1bed4409a1c50897cbfd240c7
slidec217db9f1bed4409a1c50897cbfd240c8
slidec217db9f1bed4409a1c50897cbfd240c9

 

Raccontare, descrivere, poche parole, un elenco:

straripante SILENZIO NOTTE BUIA

ritrovata ombra di luna

rapaci nel cielo.

Il luogo in cui vivo: l’alta Maremma Toscana, una terra alle pendici dell’Amiata,

vicina a Saturnia, intrisa di memoria che gesti ripetuti hanno preservato.

Un immenso parco naturale.

Carta, pigmenti, legno, gesso, ferro, sassi

tempera all’uovo

impasti di colore

doratura e argentatura a guazzo.

Materia da scolpire,

materia da intagliare.

Raffinato artigianato che dalle tecniche artistiche antiche trae la sua forza.

Ricerca di leggerezza

sottrazione

luce che filtra

nel dolore, nel bello, nel vivere

nell’attorno a me brulicante,

attinge il mio creare.         

Folla di raffigurazioni:

sculture sospese in fragile movimento,

dipinti, disegni, scrigni di poesia, arte.

Un’esigenza coltivata per anni.

Necessità.

Dalle mie mani,

nei miei occhi il mio gesto artistico.